La mia spinta motivazionale ha la coda!

Alcuni crescono con l’aspirazione a diventare astronauti, altri calciatori, altri ballerini e altri ancora grandi economisti o politici..

Io sono cresciuta pensando che “da grande” avrei fatto la veterinaria. Come penso sia successo a molti, il sogno più grande di una bambina era solo il sogno di una bambina e non di un’adulta.

IMG_20171201_205146_752

IMAG0458

Oltre al tentativo, (al tempo) tristemente fallito, di superare il test nazionale per entrare alla facoltà di Veterinaria, qualcos’altro mi ha fatto capire che quella non sarebbe stata la mia strada. Quando avevo quasi perso le speranze e non sapevo più che percorso intraprendere e che cosa scegliere per il mio futuro, come per magia, un pomeriggio mentre tornavo in treno da Milano, mi è capitato di trovare su internet una facoltà universitaria presente solo a Pisa. Così, qualche giorno dopo decisi di provare il test di ammissione per questa fantastica opportunità, decisa a spostarmi da casa per oltre 300 chilometri pur di realizzare quel sogno che fino a quel momento non avevo mai preso in considerazione consciamente, ma che probabilmente mi perseguitava da molto tempo.

Una settimana dopo, senza neanche il tempo per realizzare, ero a Pisa. Dopo vent’anni vissuti nello stesso paese in provincia di Milano, senza essermi mai spostata per più di qualche settimana, mi sono ritrovata in un mondo completamente nuovo, alle 6.30 di mattina davanti ad un cappuccino e una deliziosa pasta al cioccolato.

E così è iniziato il mio percorso formativo per diventare educatrice ed addestratrice cinofila, una figura professionale che non tutti conoscono, o che conoscono meglio per esempio con il nome di maestra per cani, ammaestratrice di cani, psicologa di cani (e non solo), dottoressa Doolittle dei cani e chi più ne ha più ne metta…


IMG-20180315-WA0012

IMG-20180315-WA0011

Comunque la si voglia chiamare, questa professione ho deciso di realizzarla in vari modi:

L’ università mi è stata molto utile per avere nozioni approfondite di veterinaria, di genetica del cane e di allevamento cinofilo, oltre che di etologia ed educazione, ma soprattutto per conoscere le varie realtà cinofile al di fuori di essa. Durante il percorso di studi, ho cominciato a conoscere il mondo cinofilo anche al di fuori dell’Università. Grazie anche a due mie amiche, conosciute sin dal terzo giorno di lezione.

IMG_20171126_120252_596

IMG-20180401-WA0053

Insieme abbiamo deciso di seguire il corso per addestratori ENCI, per avere delle basi da cui cominciare e per arricchire il mio bagaglio di cultura cinofila.

Ma, nonostante il tempo trascorso a studiare per gli esami universitari e per il corso addestratori e trascorso autonomamente dietro ai miei cani per cercare di insegnar loro qualche comando ( o meglio, per cercare che loro insegnassero qualcosa a me ), mi sono resa conto che di cinofilia ne sapevo ancora ben poco, se non quasi nulla. Così io e le mie amiche/coinquiline abbiamo deciso di seguire vari seminari cinofili in giro per l’ Italia per acquisire anche qualche conoscenza pratica.

FB_IMG_1516954424411

Poi un giorno, grazie al gruppo dell’ università, ho notato che l’ associazione K9 RESCUE di Pontedera (che già avevo conosciuto grazie ad un corso teorico che aveva tenuto l’ anno precedente sulla cinofilia da soccorso ) avrebbe iniziato qualche mese più tardi delle lezioni pratiche per la formazione di unità cinofile per la ricerca in superficie.

E così, dopo aver seguito una decina di queste lezioni ed essermi innamorata del mondo della cinofilia da soccorso, grazie soprattutto a Salvatore, alle sue competenze, professionalità, disponibilità e ai suoi ottimi consigli da cinofilo, ho deciso di entrare in questa associazione.

IMG-20180317-WA0051

Poi, intorno al mese di febbraio di quest’anno ho cominciato a fare lezione con Simone, il quale in pochi mesi è riuscito a farmi appassionare ancora di più a questo mio futuro lavoro. Voglio ringraziare il mio istruttore sia per le conoscenze che mi ha fatto acquisire, per l’ impegno che ci ha messo per trasferirmele, sia per il tanto tempo trascorso dietro a me e ad altri ragazzi/e del gruppo, sempre con piacere e passione. E lo ringrazio soprattutto per l’ opportunità che ci ha dato, nel corso di un anno, di fare più esperienza possibile sia nell’ambito della ricerca, anche con varie trasferte in giro per l’ Italia, sia in quello dell’ educazione cinofila in generale.

IMG-20180317-WA0042

43538231_1861642877264570_8895603557575688192_n

In 3 anni, tra università, vari corsi, addestramenti sotto casa con la mia coinquilina e l’ associazione, ho imparato molte cose, ma comunque questo è solo l’ inizio, il mio primo passo verso quella che spero sarà la mia professione..

Una professione che non c’entra con l’ “ammaestramento” di cani, come sento dire spesso, e che non consiste nell’insegnamento di comandi per ottenere quelli che tanti definiscono ” cani da circo” o “cani comandati a bacchetta”, ma che aiuta l’ uomo a comprendere quello che ormai è il suo compagno di vita da più di 15 mila anni, a comunicare meglio con lui ed evitare così “evitabili” incidenti, a farlo vivere più serenamente nella società umana (perché, che lo vogliate o no, ci deve vivere), a non umanizzarlo né a cercare di educarlo con metodi insensati e disumani, a tirare fuori le sue doti istintive e accentuarle, fargliele esprimere liberamente e “sfruttarle” per bisogni, necessità e mancanze umane, oltre che per diverse utilità o per la sola soddisfazione che si ha vedendo il proprio cane esprimere quella che è la sua natura più autentica e sincera (una delle cose più belle, soprattutto nella società di oggi ), a stringere quella complicità con il proprio cane che può aiutare sia l’ uno che l’ altro ad aumentare la propria fiducia in sé stessi e la propria autostima, e infine a migliorare e potenziare la relazione uomo- cane e trasmetterne ed esaltarne il significato, l’ utilità e il grandissimo valore alla società, a partire dalle nuove generazioni.

Ma dietro c’è tanto altro..

IMG-20180317-WA0071

IMG-20180317-WA0070

Per esempio addestrare un cane da ricerca in superficie non significa partire dall’insegnargli comandi di base per polarizzare la sua attenzione su di noi e poi subito fiondarlo nella ricerca di un figurante che, una volta raggiunto e segnalato, lo riempirà di bocconi. Di certo la ricerca per molti cani è già appagante di per sé, infatti sfrutta ed esalta una delle doti istintive del cane stesso, l’olfatto, e si rende ancora più stimolante per il fatto che, perlopiù nelle fasi iniziali, il figurante scappa in direzione opposta ad esso con in mano del cibo appetitoso o qualche gioco davvero interessante. Ma quando il cane avrà difficoltà a trovare o seguire la traccia del disperso, o a superare un qualsiasi ostacolo, sia in addestramento che in ricerca reale, è bene che sappia che ci sarà il proprietario/conduttore ad aiutarlo e seguirlo.

20180519_091420

IMG-20180317-WA0054

Perciò, se non c’è un buon rapporto di base tra cane e conduttore è inutile iniziare qualsiasi tipo di addestramento.

Ovviamente il rapporto con il proprio conduttore, la potenza del binomio si rinforzerà anche e soprattutto in seguito, grazie alla soddisfazione che scaturisce dal vedere il proprio compagno a 4 zampe lavorare in sintonia con noi, ma un minimo di relazione e comprensione reciproca ci deve essere fin dall’inizio.

E soprattutto non dobbiamo mai dimenticarci il punto più fondamentale, ovvero che stiamo addestrando un cane per la ricerca reale di un disperso!

Magari tante volte si perde di vista lo scopo finale perché travolti dalla passione per i cani e dalla bellezza di questo lavoro in simbiosi con il proprio quadrupede, ma, nonostante si tratti di volontariato, o meglio proprio perché si tratta di ciò e nessuno ci obbliga a farlo, dobbiamo SEMPRE tenere a mente che non può essere fatto nulla in modo superficiale e approssimativo ma va tenuta di conto ogni minima problematica poiché ogni errore del binomio potrebbe ripercuotersi sulla vita di qualcuno!

Pur tenendo in gran conto quanto appena detto e quindi decidendo di assumersi una responsabilità tale, è comunque più che possibile prendere parte e vivere il mondo della cinofilia da soccorso in grande serenità. Infatti, prender parte a questo mondo significa anche condividere con persone e gruppi diversi di ogni regione d’Italia giornate intense di addestramento, per confrontarsi e ricevere consigli, per migliorare sempre in qualcosa ed espandere le proprie conoscenze, per accettare e “rubare” nuovi metodi o per rafforzare le proprie idee e strategie, ma soprattutto per discorrere in generale della passione che ci accomuna tutti.

E’ e sarà per molto tempo un mondo in continua evoluzione, non si smetterà mai di imparare nozioni e metodi nuovi, non si finirà mai di conoscere le qualità e le abilità del cane, come non si riuscirà mai a porre fine allo stupore e alla meraviglia che nascono ogni giorno dal vedere il cane collaborare con l’uomo in infinite attività.

Comunque, qualsiasi metodo si utilizzi, qualsiasi idea si abbia, qualsiasi formazione si sia avuta, qualsiasi disciplina o attività si sia scelta e qualsiasi strada si sia intrapresa, la base di tutto, secondo me, è instaurare una relazione sana, sincera, equilibrata, singolare e differente da binomio a binomio e non c’è una strada a senso unico per ottenere un tale rapporto , è necessario che ognuno trovi la sua ( magari aiutato da un buon educatore ! )

20180301_114724

Un ringraziamento a tutte le persone che mi hanno dato la possibilità di realizzare questo articolo, contribuendo alle mie esperienze…di vita (Simone Landi e tutto il gruppo K9 RESCUE).

Ma grazie anche a chi ha iniziato e sta continuando il suo percorso insieme a me.. (Elisabetta Lama e Martina Gonnelli).

Ma soprattutto grazie ai miei genitori, che mi hanno dato la possibilità di seguire questa strada.

IMG-20180508-WA0009

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: